Clelia Merloni – la fondatrice

Clelia Merloni nacque a Forlì il 10 marzo 1861. Era un’anima affascinata dal Cuore di Cristo e appassionata della salvezza dei fratelli. Consumò l’intera esistenza per Cristo. Nel 1894, a Viareggio fondò l’Istituto delle Suore “Apostole del Sacro Cuore di Gesù”: Religiose che scelgono il Cuore di Cristo come il tutto della loro vita e ne vivono e propagano l’amore e la devozione, ad imitazione degli Apostoli. Le Apostole testimoniano l’amore di Cristo nelle parrocchie, negli asili, nelle scuole, negli ospedali e in terra di missione, privilegiando soprattutto i poveri, i malati, gli anziani e i disabili – e attingono forza dal Cuore di Gesù “unica nave che nes­suna tempesta può far naufragare”. Madre Clelia morì a Roma il 21 novembre 1930, dopo dure prove e non poche sofferenze – lasciando alla Chiesa, quale preziosa eredità, il suo carisma e la sua opera in Italia, ne­gli Stati Uniti, in Brasile, Messico, Ar­gentina, Svizzera, Albania, Mozambi­co, Cile, Uruguai, Paraguai, Benin, Filippine e Taiwan. Dal 1989 madre Clelia è Serva di Dio.

L’istituto o Congregazione delle Apostole del Sacro Cuore di Gesù fondato a Viareggio ( Lucca ), nel 1894 dalla Serva di Dio Madre Clelia Merloni ( 1861-1930 ), fu canonicamente eretto a Piacenza nel 1900 da Mons. Giovanni Battista Scalabrini , ed ebbe la definitiva approvazione dalla Sede Apostolica il 24 marzo 1931.