Mensa dei Poveri

La  Parrocchia di Sant’Antonio, retta dai Frati Minori Francescani,  ospita presso il Convento dei Frati la Mensa dei Poveri, fondata nel 1983  da padre Carlo Mauro, parroco dal 4 ottobre 1973 al 4 ottobre 1985, da padre Ubaldo Coppi, guardiano del Convento;  e retta dal costante  lavoro dei tanti volontari terziari e parrocchiani che si sono susseguiti  nel tempo: tra i primi M. Angela  e Mario Maffei, Rina  Del Grande, il dott. Alessandro Salvati.
L’istituzione della Mensa fu una risposta visibile ed ufficiale al bisogno ed alla povertà che confidava nell’ascolto e nell’accoglienza dei Frati, a loro volta accolti e benevolmente inseriti nella realtà di Viareggio fin dal loro insediamento nel 1619.
Rena e povertà si specchiano nell’acqua e nella ricchezza di Viareggio allora come ora.
Come allora Viareggio sa commuoversi davanti alla povertà, ricorda e dona.

I bisognosi che bussano alle porte del Convento sono viareggini e non, italiani e stranieri, un rinnovarsi di volti costantemente in aumento, perché la povertà va dove c’è l’abbondanza.
La prevalenza dei poveri che sono sostenuti dalla Mensa sia con i pacchi alimentari sia con i buoni pasto appartiene all’area dei paesi mediterranei e dell’Est europeo: persone in fuga dalla fame dei paesi di origine, dalla mancanza di un futuro per sé e per i figli, dalla oppressione politica.Ma bussano anche molti connazionali travolti dalla fine di un matrimonio, dalla perdita del lavoro o da un rifiuto familiare; infine anche chi è spinto dall’ansia di una ricerca esistenziale.
Trovare alla Mensa un saluto, un pasto caldo e una tavola apparecchiata è anche trovare il modo per riavvivare un poco la speranza, fare vicinanza, ricordarsi di essere un uomo, una donna.

La Mensa dei poveri di Sant’Antonio, ereditata e accudita oggi dai Frati provenienti dalla Polonia nel 2007, è una realtà protetta dall’Arcivescovo di Lucca, Monsignor Italo Castellani, che ne incoraggia l’operato continuo, frutto di un concorso di energie provenienti  da tutte le dodici parrocchie di Viareggio e Lido di Camaiore, un impegno costante che accomuna volontari, negozianti, aziende, cooperative, privati che offrono in silenzio e con grazia caritatevole lavoro, competenze, generi alimentari di prima necessità.

Curano e gestiscono direttamente la Mensa il parroco padre Letiziano e il suo vice padre Ferdinando.

A mezzogiorno, ore  12.00, la Mensa è aperta tutti i giorni, mentre la domenica è aperta la Mensa di Torre del Lago. Anche durante le festività la Mensa continua a distribuire i pasti con l’aiuto della Caritas diocesana per circa 48 pasti quotidiani. E’ necessario essere muniti del buono pasto.
A sera, ore 18.30, la Mensa è aperta nei giorni dal lunedì al venerdì ed è garantita dalla turnazione delle altre parrocchie. Si accede anche senza il buono pasto.
I locali ariosi e soleggiati della Mensa si affacciano sul giardino del Convento.

Concorre al funzionamento della Mensa il Centro di Ascolto della Parrocchia, aperto il lunedì dalle ore 16.00 alle 17.00 che, allo stato di bisogno accertato, munisce l’ospite del buono pasto necessario solo per il pranzo di mezzogiorno.
Il Centro di Ascolto inoltre indirizza i bisognosi verso quei luoghi e istituzioni idonei a fronteggiare i problemi esposti.


Orario Mensa

Mezzogiorno:
Apertura dalle ore 11.50 alle 12 con entrata dal cancellino via S. Francesco. Si entra solo con il buono pasto, dato dal Centro di Ascolto.
Sera:
Apertura dal lunedì al venerdì alle ore 18.00.
Si entra anche senza il buono pasto.

Ringraziamo tutti gli operatori della Mensa che con diversi atti di volontariato contribuiscono al suo mantenimento.
Chiediamo forze nuove; sensibilità e collaborazione anche da parte delle Istituzioni.

Responsabile della Mensa: Fra Gioacchino